CORSO TEORICO-PRATICO: L’ELETTROSTIMOLAZIONE FUNZIONALE NELLA RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE CON NEUROLESIONE

CORSO TEORICO-PRATICO: L’ELETTROSTIMOLAZIONE FUNZIONALE NELLA RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE CON NEUROLESIONE

CODICE EVENTO F202313

Breve premessa:

Con la definizione di elettrostimolazione funzionale (FES) si intende una stimolazione elettrica del muscolo che avvenga nel contesto di un movimento finalistico e non segmentario, ossia la stimolazione di un muscolo al fine di aiutarlo nel compimento di un’azione (es. stimolazione dei muscoli flessori dorsali del piede durante il cammino, quando vi è un piede “cadente” nella fase di oscillazione della gamba). Il concetto è quello di fare della stimolazione un’attività che aiuta il comando volontario e che riabilita il sistema nervoso a recuperare o incrementare il comando diretto al muscolo in quella certa attività. In alcuni casi, quando non si riesce a recuperare un’attività spontanea soddisfacente, la FES può essere indossata cronicamente come una vera e propria protesi funzionale o può essere applicata con elettrodi di superficie o anche impiantati a livello peri-nervoso.
Condizioni neurologiche come l’emiplegia, a seguito di ictus, o la tetraplegia, a seguito di lesioni midollare, provocano gravi compromissioni delle funzioni motorie. È noto da tempo che il movimento degli arti plegici è fondamentale per il recupero. Nel tempo, è stato anche evidenziato che il semplice movimento delle estremità colpite non è sufficiente e che i movimenti devono coinvolgere la partecipazione del paziente, essere il più vicino possibile ai movimenti fisiologici e dovrebbero idealmente stimolare l’intero circuito neuromuscolare coinvolto nell’espressione del movimento desiderato. Da oltre quattro decenni, la FES viene utilizzata per sostituire o riqualificare la funzione.

L’obiettivo del corso è quello di apprendere i fondamenti pratici e teorici dell’elettrostimolazione funzionale in ambito riabilitativo neurologico. Verranno esplorate le diverse forme di corrente e il loro significato, verranno esplorati i campi di applicazione possibili con riferimenti alla letteratura e a studi clinici attuali. È prevista una parte pratica, in piccoli gruppi, nella quale i partecipanti potranno presentare i propri casi clinici e progettarne un programma personalizzato, da applicare poi nella pratica quotidiana.

DOTT.SSA NADIA CRIVELLI

Terapista Occupazionale, albo nr 64 – Dopo la Laurea in Terapia Occupazionale ha conseguito la Laurea magistrale in Scienze Riabilitative delle Professioni Sanitarie. Lavora presso l’Unità spinale Unipolare di Milano (ASST GOM NIGUARDA) è docente dal 2012 nel corso di laurea universitario di Terapia Occupazionale, presso l’università degli Studi di Milano, è tutor degli allievi dei corsi di laurea in Terapia Occupazionale e docente nei corsi di formazione sulla carrozzina, sugli ausili e sulla postura.

PROGRAMMA DEL CORSO

8:30 9:00 Registrazione dei partecipanti
9:00 11:00 Introduzione del corso; Tipologia di correnti e parametri configurabili

Cosa si intende per durata, ampiezza, frequenza e intensità

Tipologie di elettrodi

11:00 11:15 Pausa
11:15 13:00 Gli ambiti di applicazione possibile

Evidenze dalla letteratura e studi clinici su Stroke, lesioni midollari e lesione dei nervi periferici

13:00 14:00 Pausa pranzo
14:00 16:00 Esempi di casi clinici; esercitazioni pratiche in gruppi
16:00 18:00 Presentazione dei lavori di gruppo e discussione finale
18:00 Questionario ECM
  • Data

    27 Maggio 2023

  • Sede

    Cascina Scova Resort – Via Vallone 18, Pavia

  • Destinatari

    Terapisti occupazionali, fisioterapisti, medici, e studenti dei rispettivi CdL

  • Crediti

    12,8 ECM

  • Costo

    190€ se ti iscrivi entro il 27 Aprile 2023. Dopo tale termine l’importo sarà di 210€

  • Partecipanti

    Posti disponibili 22

  • Termine iscrizione

    30 Aprile 2023

  • Materiale

    Dispensa cartacea e materiale per appunti

Leave a Reply

Your email address will not be published.