VALUTAZIONE E OTTIMIZZAZIONE DELLA CORSA PER LA PREVENZIONE E LA PERFORMANCE

VALUTAZIONE E OTTIMIZZAZIONE DELLA CORSA PER LA PREVENZIONE E LA PERFORMANCE

 

F202111

Breve premessa:

Negli ultimi anni la ricerca biomeccanica, spinta sia dai produttori di scarpe, ma soprattutto da ingegneri e fisioterapisti, ma anche allenatori ha prodotto moltissimi studi ed enormi quantità di dati, a volte anche in disaccordo tra loro.

Tutti questi risultati, associati al fatto che la pratica sul campo mostra evidenze ulteriormente contrastanti, aumentano ancora di più la confusione su quale sia la corretta tecnica di corsa e sul concetto di efficienza rispetto allo schema spontaneo dei soggetti.

Nella letteratura scientifica l’associazione tra schema di corsa e infortuni trova continuamente riscontro e vi sono numerose opzioni per lavorare sulla prevenzione, correggendo il gesto e i pattern motori. Allo stesso modo emergono evidenze anche sul fatto che per ottimizzare la performance è fondamentale ragionare in termini di efficienza sia nell’endurance che nella corsa veloce.
Poter valutare e correggere la corsa secondo un approccio funzionale, piuttosto che sulla base dei comuni parametri cinematici (ampiezza, frequenza) costituisce una strategia efficace alla base dell’allenamento e della riabilitazione.

Nel corso viene presentato un modello funzionale della corsa in modo da chiarificare quali siano le determinanti di ogni singola fase della corsa. Grazie a questo modello sarà possibile formulare una diagnosi funzionale utile a correggere il gesto, prevenire o guidare il recupero post-infortunio, migliorare l’efficienza nelle diverse discipline e i diversi contesti.

Il corso è incentrato sul concetto di efficienza del gesto della corsa. Come strumento valutativo e d’allenamento viene proposto un modello funzionale di corsa composto da quattro pattern motori: SBILANCIAMENTO OLTRE IL BARICENTRO, AVANZAMENTO DELL’ARTO LIBERO, TRAZIONE, CAPACITA’ D’AMMORTIZZAMENTO/ STIFFNESS.

Verranno spiegati test ed esercitazioni specifiche per la valutazione e la correzione di specifici deficit, siano essi coordinativi, propriocettivi, di endurance o di potenza. All’interno del processo di allenamento viene attribuita grande importanza al controllo motorio, alle corrette sinergie muscolari, ma soprattutto alla qualità delle strategie motorie all’interno del gesto.

Tutti questi concetti verranno spiegati in modo semplice e applicabile sul campo in modo da poter essere integrati nel programma di training degli atleti in modo che fisioterapisti e allenatori possano finalmente avere un dialogo proficuo per aiutare e sostenere il processo di crescita e miglioramento dell’atleta.

Verranno discussi anche temi chiave per l’utilizzo delle andature di corsa e di feedback positivi e negativi per le diverse correzioni necessarie all’ottimizzazione del gesto.

Particolare attenzione verrà poi data al tema della stabilità vs elasticità (stiffness): cosa allenare per migliorare l’efficienza e soprattutto le necessità specifiche nei vari distretti, per uscire dall’equivoco che l’azione dei piedi sia la parte più importante del sistema motorio durante la corsa.

Verrà da ultimo dato spazio anche agli adattamenti specifici per le prove veloci e gli sport di squadra, così come a quelli per l’endurance e il trail running.

 

PERCHÉ PARTECIPARE:

Questo corso è incentrato sulla descrizione e applicazione di un modello funzionale della corsa per ottimizzare la performance. Ampio spazio viene dedicato a dimostrazioni pratiche sia dei test valutativi, che della corretta progettazione ed esecuzione degli esercizi specifici, sia infine delle diverse strategie efficaci per il gait retraining.
Il modello funzionale proposto è utile ed applicabile sia ad atleti che praticano le specialità veloci,
sia a coloro che si dedicano all’endurance.

DOTT. DAVIDE NAPPO

Laureato in fisioterapia nel 2006 presso l’Università Bicocca di Milano, è specializzato in disfunzioni del sistema di movimento secondo il concetto Sahrmann, terapia manuale secondo il concetto Maitland, fibrolisi e riabilitazione sportiva. Docente di tecniche di massaggio all’università Bicocca di Milano – corso di laurea in fisioterapia; Docente di test muscolari all’università Bicocca di Milano – corso di laurea in fisioterapia; Docente di condizionamento muscolare all’università Bicocca di Milano – corso di laurea in fisioterapia. Relatore di numerosi congressi: “I traumi dello sport: dal trattamento chirurgico al ritorno in campo” – Limbiate (MB) – 2013. EdiAcademy “Le disfunzioni del sistema di movimento nello sport” – Milano (MI) 2013.”I traumi dello sport: nuove metodologie d’allenamento preventivo, conservativo e chirurgico” – Limbiate (MB) – 2014. “Running Injuries: Washington University Retreat” – St.LOUIS (USA) – 2016

PROGRAMMA DEL CORSO

8:30 – 9:00 Registrazione partecipanti

9:00 – 10:00 Proposta di modello funzionale della corsa. Avanzamento e sfruttamento dell’inerzia: sbilanciamento, oscillazione, trazione – Attenuazione degli impatti e ritorno elastico

10:00 – 11:00 Valutazione sistematica del gesto della corsa. Test per valutare specificatamente i diversi pattern motori fondamentali della corsa: movimenti funzionali, andature di corsa

11:00 – 11:15 Pausa

11:15 – 13:00 Valutazione della corsa su treadmill di alcuni partecipanti e relativa discussione, feedback e correzioni possibili

13:00 – 14:00 Pausa pranzo

14:00 – 16:15 Principi di base per la costruzione di un esercizio – forza, coordinazione, stabilità ed elasticità, feedback adeguati alla correzione del gesto, enfasi specifiche per l’endurance o la velocità

16:15 – 16:30 Pausa

16:30 – 18:00 Proposta di progressioni di esercizi e andature di corsa per la coordinazione, la forza, la potenza. Esecuzione diretta da parte di tutti i partecipanti di attività pratiche o tecniche.

8:30 – 9:30 Parametri funzionali per la scelta delle calzature.

9:30 – 11:00 Progressione e discussione di specifiche progressioni per migliorare i pattern di movimento nelle differenti discipline: endurance, velocità, trail, salita e discesa. Lezione magistrale e lavoro a piccoli gruppi

11:00 – 11:15 Pausa

11:15 – 13:00 I vari tipi di appoggio in relazione ai pattern di movimento: revisione della letteratura, discussione e proposte di lavoro funzionali al miglioramento di propriocezione e stabilità del piede/caviglia. Lezione magistrale e lavoro a piccoli gruppi su problemi e casi clinici.

13:00 – 14:00 Pausa pranzo

14:00 – 16:00 Revisione di strategie avanzate per il gait retraining. Stabilità e stiffness: sinergie e proposte di lavoro

16:00 – 17.30 Revisione dei concetti e ipotesi di trattamento. Esecuzione diretta da parte di tutti i partecipanti di attività pratiche o tecniche.

17:30 – 18:00 Chiusura lavori e compilazione questionario ECM.

  • Data

    10-11 Aprile 2021

  • Sede

    Postural Lab – Via Tessa 5, Pavia

  • Docenti

    FT Davide Nappo

  • Crediti

    25,6 ECM

  • Destinatari

    Fisioterapisti, Laureati in Sc. Motorie, Studenti 3° anno CdL fisioterapia e sc. motorie

  • Costo

    340 euro, se prenoti entro il 10 Febbraio 2021 il corso avrà un costo di 300 euro

  • Partecipanti

    Posti disponibili 24

  • Termine iscrizione

    10 Marzo 2021

  • Materiale

    Cartellina e materiale di supporto per appunti

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.